fbpx

I bambini che dormono di più vanno meglio a scuola

“Posso stare sveglio  un po’ di più?”

È la prima cosa che ti chiedono i ragazzi quando inizia il fine settimana. Possiamo solo immaginare (e ricordare) la sensazione meravigliosa che si prova nell’essere  liberi di far tardi la sera quando iniziano i 3 mesi delle vacanze estive!

Ma ogni essere vivente è fisicamente più sano e reattivo quando mantiene costantemente un sonno adeguato.
Capita sicuramente anche a te di essere più scontroso, irritabile ed incapace di rimanere concentrato quando non hai dormito a sufficienza oppure non sei riuscito a riposare bene.
I bambini non sono diversi dagli adulti. Se un bambino dorme poco è più insofferente con i compagni e fa più fatica ad apprendere e memorizzare mentre un bambino che ha dormito le ore giuste è più disponibile, attento ed educato.

“Sappiamo che la privazione del sonno può influenzare la memoria, la creatività, e anche la motivazione in classe e quando i bambini hanno sonno hanno difficoltà a far fronte alle situazioni giornaliere influenzando così il successo scolastico e sociale, a relazionarsi con i compagni e con gli insegnanti”  spiega Judith Owens, direttore del centro di ricerca del Children’s National Medical Center di Washington. E come lei, questa tesi è sostenuta da studi e ricerche di esperti di tutto il mondo.

La regola è semplice: i bambini che dormono bene ed il giusto numero di ore ogni  notte sanno gestire meglio le emozioni ed hanno un miglior livello di attenzione.

Sembra invece che durante il periodo scolastico i ragazzi dormano troppo poco rispetto alle ore necessarie per ripristinare i livelli ottimali di concentrazione, attenzione e, di conseguenza, rendimento scolastico.

E allora, come capire se il tuo bambino dorme a sufficienza?

Secondo la National Sleep Foundation, i bambini in età prescolare richiedono tra le 10 e 13 ore e i piccoli in età scolare hanno bisogno di 9-11 ore.

Naturalmente non tutti i bambini sono uguali e puoi cercare di capire il livello di stanchezza di tuo figlio dagli indizi che il bambino stesso lancia.
I bambini in età scolare non dovrebbero avere sonno durante il giorno – afferma la Owens – e se, si addormentano in macchina o, il pomeriggio davanti alla TV, questo è un segnale di allarme”.

 

Prepararsi per l’inizio dell’anno scolastico

Dopo le vacanze e la lunga pausa estiva, è opportuno riabituare tuo figlio a dormire le ore di sonno necessarie per affrontare il nuovo anno scolastico con il massimo dell’energia, concentrazione e buonumore.
Ecco quindi qualche consiglio da seguire per non ritrovarti a “buttare letteralmente giù dal letto” tuo figlio la mattina del primo giorno di scuola.

  • Fai un veloce calcolo alla rovescia partendo dall’ora alla quale deve svegliarsi tuo figlio per andare a scuola la mattina. Fissa quindi l’ora ideale alla quale deve dormire (non andare a letto, ma dormire…ricorda che sono due cose ben diverse!)

 

  • Inizia a fine agosto ed anticipa ogni sera di qualche minuto fino ad arrivare gradualmente all’ora giusta per il primo giorno di scuola (leggi qui tutte le date del nuovo anno scolastico)

 

  • Crea una routine per andare a letto, facendo le stesse cose tutte le sere, magari insieme: mettersi il pigiama, lavarsi i denti, attenuare la luce, …)

 

  • Lascialo addormentare con il peluche o la coperta preferita, gli infonde sicurezza e lo fa dormire meglio

 

  • La ricerca crescente mostra che la luce proveniente da dispositivo elettronico può interferire con la produzione della melatonina, l’ormone del sonno. Quindi assicurati che tutti i dispositivi elettronici come iPad, computer, televisori siano spenti. Per spenti si intende anche che non devono essere in standby, modalità nella quale i dispositivi elettronici continuano a emettere “onde” che mantengono il cervello dei bambini in “lieve allarme” e impediscono un sonno completamente riposante.

,

  • Un buon sonno inizia anche addormentandosi in modo sereno e rilassato. Non sottovalutare i benefici della lettura di un racconto, una filastrocca oppure una ninna nanna che, attraverso un linguaggio semplice e spesso ripetitivo, lo aiutano a dormire.

 

 

E ora il consiglio più prezioso

La piccola routine serale e la lettura di una filastrocca sono parte di un momento quotidiano impagabile, tempo di qualità che trascorri insieme a tuo figlio e tua figlia. È il momento di condivisione, del contatto e delle confidenze…una ricchezza che rimarrà nel tempo come il ricordo meraviglioso della sua infanzia.

 

ISCRIVITI GRATIS SU IL FARO BLU

Tanti contenuti e strumenti utili a compiere i passi necessari per organizzare una Festa insuperabile per tuo figlio o tua figlia.

– trova i migliori fornitori

– crea una checklist delle cose da fare

– crea la lista degli invitati e chiedi conferma tramite whatsapp e facebook

– crea e condividi la lista dei regali

Autore: Loredana Verga

Loredana Verga
Donna, mamma e professionista. Gestire al meglio il mio tempo è indispensabile. IlFaroBlu.it nasce per organizzare in modo semplice e veloce la festa dei nostri bambini, con la certezza di regalare un momento indimenticabile e fare sempre bella figura.

Related Post